Al giro di boa arriva Porto Torres

La UnipolSai riparte da qui. Archiviato il girone di andata e messa la terza Coppa Italia in bacheca, la testa torna al Campionato. Sabato 23 gennaio sui legni del Palasport di Seveso (palla a 2 alle 20.30) arriva Porto Torres: la formazione di coach Sara Cappellini si presenta alla corte della UnipolSai dopo il terzo posto in Coppa Italia dello scorso fine settimana a Varese. Il valore delle avversarie in campo non lascia dubbi: sabato sera a Seveso si vedrà un basket di altissimo livello. Al giro di boa, la classifica vede il Santa Lucia Roma solitario in vetta alla classifica (18 punti); seguono la UnipolSai (16), la Deco Group Amicacci Giulianova (14) e il Gsd Porto Torres (12). “Abbiamo visto giocare Porto Torres in Coppa Italia - ha commentato coach Marco Bergna -, nelle due sfide contro Roma e Giulianova. È una squadra da non sottovalutare, ha tutte le carte per imporsi. Gioco veloce, attacco minaccioso: ha dimostrato di saper giocare a ottimi livelli. Mi aspetto un match combattuto, cercheranno di fare il possibile per ribaltare il risultato dell’andata. Noi dobbiamo tenere i piedi per terra e giocare come sappiamo: la Coppa Italia è archiviata, ha dato una buona dose di entusiasmo ma non significa essere arrivati da nessuna parte. La stagione è lunga, dobbiamo ancora dimostrare tutto”. Una squadra rinforzata quella del Presidente Bruno Falchi. L’innesto di Matt Scott ha sicuramente dato nuova linfa ai giochi: il lungo statunitense – punteggio 3.5 – ha dimostrato di avere i numeri del vero fuoriclasse, velocità disarmante, tiro da cecchino, difesa aggressiva e una gestione della carrozzina capace di regalare spettacolo. Lo statunitense non è però un talento isolato: il roster isolano ha in Martin Edwards e George Bates due giocatori da tenere d’occhio. Squadra mai doma quella di coach Cappellini, capace di riaprire la semifinale con Roma nell’ultimo quarto con una rimonta che si è fermata a 10 punti dall’aggancio. Al di là di tutto sarà una sera speciale: per festeggiare la Coppa Italia, a fine match la UnipolSai chiama all’appello in campo tutti i suoi tifosi: celebrazione della vittoria con selfie di gruppo nel segno dell’hashtag #SolleviamolaInsieme. Sugli spalti, a scaldare il match le scuole di Mirabello e di Lissone, i ragazzi degli oratori di Seveso e, ad animare l’intervallo, il Sincro Group dell’Hockey Seregno 2012.