BLM da top ten a Lignano, tra crescita e record

È una BLM da Top Ten quella vista lo scorso fine settimana (30 maggio-2 giugno) alla Piscina Bella Italia di Lignano Sabbiadoro, sede del Campionato italiano di società Finp (Federazione italiana nuoto paralimpico) e valida come ultima tappa di World Series Para Swimming. Ottimo decimo posto di squadra per i 6 portacolori canturini (4964.65 punti), su un totale di 27 società iscritte, chiamati a misurarsi con formazioni di alto livello, in una classifica dominata per il secondo anno consecutivo dalla Polha Varese (59130.22 punti) frutto della partecipazione di 21 atleti. In concomitanza si è disputata la Coppa Italia femminile e la Coppa Italia maschile in cui la BLM si è piazzata rispettivamente in 9^ e 16^ posizione in delle sfide dominata dalla S.S. Lazio Nuoto femminile e dalla Polha Varese maschile.

I 6 della delegazione BLM si sono distinti per la crescita generale in termini cronometrici, con nuovi tempi promettenti in vista del prossimo futuro. En plein per Simone Frigerio che ha strappato 3 personal best in altrettante gare - 50 dorso S3 (1'18"71), 50 rana SB2 (1'31"17), 100 stile S3 (2'47"11) -; bottino pieno anche per Ruggero Colombo che nei 50 stile S3 (1'33"49) e 100 stile S3 (3'37"00) ha abbassato i suoi tempi di 15"28 (da 1'49"77) e 29"57 (da 4'06"57). Emanuele Lanzani ha perfezionato i 50 dorso S2 (1'30"69) e 50 stile S2 (1'25"39) seguito dagli ottimi tempi - con tanti miglioramenti e record stagionali - di Elena Pietroni, Francesca Pozzi e Jessica Parente.

“Sono molto soddisfatta, i risultati parlano da soli - ha commentato Ilaria Spadaro, tecnico e responsabile del settore Finp canturino -. Tutti gli atleti si sono distinti con degli ottimi tempi, i personal best e le migliori prestazioni stagionali sono frutto di un buon stato di forma generale: dobbiamo continuare a lavorare su questa strada. Per il futuro spero di competere con una squadra più numerosa per cercare di raggiungere un miglior piazzamento societario in classifica”.

La competizione ha visto confrontarsi circa 500 iscritti in rappresentanza di 33 nazioni da tutto il mondo: tra questi, anche i 246 atleti che a Lignano sono scesi in vasca per ottenere il pass per i Mondiali di Londra (9-15 settembre 2019, ndr) e che hanno provato a strappare i tempi minimi in vista delle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

MARCO DOLFIN - Concluse le World Series, è già tempo di pensare agli Assoluti di Busto Arsizio (5-7 luglio, ndr), tappa fondamentale in ottica convocazione per il mondiale di Londra. Marco Dolfin, in gara come portacolori delle Fiamme Oro, non ha rispecchiato il suo potenziale nei 100 rana (SB5), 200 misti (SM6) e 50 farfalla (S6), registrando dei tempi lontani dai suoi personali e sicuramente non in linea con lo stato di forma attuale. Oltre agli Assoluti, Dolfin sarà atteso anche agli European Masters Games di Torino (26 luglio-4 agosto, ndr).

“Qualche rammarico c’è sui 100 rana - ha commentato il tecnico Alessandro Pezzani - perché il tempo (1'42"46, ndr) non rispecchia la sua condizione attuale. Eravamo convinti di poter fare meglio anche perché Marco è cresciuto molto nell’ultimo periodo sotto il profilo tecnico. Abbiamo ancora la possibilità di fare bene in occasione degli Assoluti di Busto Arsizio e ci proveremo con vista Mondiale di Londra. Peccato anche per le altre due gare, ma lavoreremo per migliorarci e farci trovare pronti fin dal prossimo appuntamento”.

LE GARE
Giovedì 30 maggio:

Simone Frigerio (50 dorso S3 1'18"71)
Emanuele Lanzani (50 dorso S2 1'30"69)

Venerdì 31 maggio:
Simone Frigerio (50 rana SB2 1'31"17)
Emanuele Lanzani (100 dorso S2 3'18"05)
Elena Pietroni (100 dorso S7 1'59"81)
Francesca Pozzi (100 rana SB5 2'27"19)
Jessica Parente (100 rana SB5 2'34"79)
Marco Dolfin (100 rana SB5 1'42"46 - Finale: 1'42"35)

Staffetta 4x50 stile: Frigerio-Colombo-Parente-Pietroni 4'50"72

Sabato 1 giugno:
Emanuele Lanzani (50 stile S2 1'25"39)
Ruggero Colombo (50 stile S3 1'33"49)
Elena Pietroni (50 stile S7 44"57)
Jessica Parente (50 stile S6 1'08"40)
Francesca Pozzi (200 misti SM6 5'05"61)
Marco Dolfin (200 misti SM6 3'17"76)

Domenica 2 giugno:
Simone Frigerio (100 stile S3 2'47"11)
Ruggero Colombo (100 stile S3 3'37"00)
Elena Pietroni (100 stile S7 1'39"21)
Jessica Parente (100 stile S6 2'23"11)
Francesca Pozzi (50 farfalla S6 1'18"75)
Marco Dolfin (50 farfalla S6 41"70 – Finale: 42"81)

Staffetta 4x50 misti: Lanzani-Frigerio-Pietroni-Pozzi (5'04"36)