Davide Schiera in prestito a Macerata

Dopo 9 stagioni in maglia biancoblù e una carriera nata e costruita a Cantù, le strade di Davide Schiera e della UnipolSai si separano temporaneamente per lasciare spazio a nuove esperienze. La stagione alle porte vedrà il play punti 1.0 allontanarsi dalla Brianza con direzione Macerata, dove giocherà come prestito per il Santo Stefano Sport Ubi Banca.

Un debutto sportivo datato 2009, anno in cui Schiera - appena quindicenne e dopo un anno di riabilitazione in seguito a un incidente - entra a capofitto nel mondo del basket in carrozzina, in forza alla Briantea84 del Presidente Alfredo Marson. Una carriera sportiva costruita attraversando ogni sua fase, dal minibasket - con cui ha vinto due Scudetti (nel 2012 e nel 2013) e una Supercoppa Martin Mancini (2010), la Serie B (nelle stagioni 2013-14 e 2014-15) e infine la Serie A, dove ha iniziato a farsi le ossa dalla stagione 2013-14, con un esordio in grande stile nella Coppa Italia 2014. 

Con la maglia della UnipolSai di Serie A ha vinto 4 Scudetti (2014-2016-2017-2018), 3 Coppa Italia (2016-2017-2018) e 2 Supercoppa italiana (2016-2017), cui si aggiungono i prestigiosi piazzamenti europei in Champions League, culminati nel secondo posto nel ranking europeo. Da anni nel giro della Nazionale italiana Under, ha debuttato ufficialmente questa estate con la Nazionale maggiore ad Amburgo, in occasione dei Campionati del Mondo (16-26 agosto 2018).

“Nel percorso sportivo di un giocatore è giusto che ci siano cambiamenti e nuove sfide da vivere - ha commentato il presidente di Briantea84 Alfredo Marson -, per testare chi si è e prendere coscienza di chi si vuole diventare. Davide ha scalato tutti i gradi di questa società, veste questa maglia da quando ha iniziato a giocare a basket in carrozzina, trovo naturale il suo desiderio di mettersi alla prova e capire come è la vita fuori da qui. La voglia di mettersi in gioco non va frenata, gli auguro di sfruttare appieno questa occasione per migliorarsi e confrontarsi con nuove persone: ci ritroveremo a fine stagione per fare un bilancio e capire come proseguire. A lui, il mio più grande in bocca al lupo per questa nuova esperienza”.

“Briantea84 è la squadra con cui ho iniziato e imparato a giocare a basket - ha commentato Davide Schiera - sono grato a questa società per avermi dato l’opportunità di giocare e migliorarmi con alcuni dei più forti giocatori al mondo. A Cantù mi sono formato come giocatore e come persona, in questi anni ho vissuto le migliori esperienze della mia vita. La prossima stagione mi vedrà vestire per la prima volta la maglia di un’altra squadra, spero di poter vivere un’esperienza altrettanto positiva. Lascio il mio arrivederci ai miei compagni di squadra, a tutto lo staff e ai tifosi della UnipolSai. A presto!”