Serie A: si riparte da Padova

Dopo la lunga pausa natalizia, il campionato di Serie A torna ad animare il weekend, affacciandosi alla fase più calda della stagione. I campioni d’Italia della UnipolSai hanno varcato il 2015 con un bagaglio immacolato fatto di 6 vittorie e 12 punti in classifica: testa di serie del girone A, la squadra biancoblu domina con 4 lunghezze di vantaggio sulla Polisportiva Nordest e 6 su Varese e Montello. Una situazione quasi speculare a quella del Girone B, dove Roma è ancora imbattuta, alle spalle Giulianova e Porto Torres a quota 8 punti, mentre la lotta play-off per l’ultimo posto disponibile è un affare tra Genova e Santo Stefano Marche. Per la UnipolSai il rientro in campo prevede la doppia trasferta nell’Est: sabato 10 gennaio contro Padova, mentre il 17 sarà la volta di Treviso, fanalino di coda ancora a secco di vittorie (entrambe le gare con inizio alle 18.00). I patavini, che a Seveso erano caduti malamente per 81-42, ora sono in piena lotta per raggiungere un posto nei play-off. Ad oggi la squadra di Silvana Vettorello è esclusa dai giochi, ma sia Varese che Bergamo sono a un passo e tutto può ancora succedere. Malik Abes: “All’andata abbiamo vinto di 40 punti, sarà molto difficile ripetere questo risultato perché innanzitutto giochiamo a casa loro e poi in questi mesi Padova ha avuto modo di preparasi. Per quanto riguarda il nostro spogliatoio, Vaidas in questi giorni è fermo per un virus influenzale e rientrerà nella preparazione più tardi. Brian Bell, invece, è negli Stati Uniti per un camp con la nazionale e rientrerà per il fine settimana, quindi il jet lag potrebbe renderlo meno pronto. Ci sarà quindi la possibilità per altri di avere più minuti di gioco e dimostrare di poter portare la squadra alla vittoria. Gustavsson, fermo a dicembre per un lieve infortunio, riprenderà ad allenarsi in questa settimana e sarà presente al match di sabato. Vogliamo continuare e difendere l’imbattibilità, per prepararci alla seconda fase del campionato che sarà la più dura”. Jordi Ruiz, ex di turno: “Sono certo che sarà una partita piu difficile che all’andata, visto che ritorniamo dello stop natalizio e loro avranno a disposizione anche un paio di giocatori forti che non cerano prima, come la guardia inglese Jonathan Hall (medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Pechino, ndr) e il lungo Darren Greenfield. Quindi bisognerà non essere rilassati per l'ampio risultato raggiunto in casa: sono passati 2 mesi e anche Padova è cresciuta come squadra. Non dovremo assolutamente sottovalutarla. Personalmente, dopo questa pausa sono molto contento di ricominciare perché finalmente inizia la parte più bella bella stagione, cioè il momento delle gare decisive del campionato italiano e delle sfide in Europa, con i preliminari di Euroleague a Tolosa a metà marzo e, speriamo, nuovamente le finali di Champions Cup a inizio maggio".