Csi: doppia Rolafer, doppio ko

Che non sarebbe stata una partita facile già lo si sapeva, lo zampino indispettito di una sorte poco amica, invece, non era contemplato nei programmi. A impegnare la Rolafer nel Campionato Csi di Cremona - fascia A, domenica 1 dicembre, non è stata solo la sfida contro I Fermi, chiusa a favore avversario per 5-2, ma anche un inaspettato secondo match, causa di qualche intoppo organizzativo. L’epilogo, per una Rolafer che non si tira mai indietro, è quello di una doppia e fastidiosa sconfitta. Ad avere la meglio sui canturini sono stati anche i non attesi Fuorigioco, che con il risultato di 8-6 mettono a tacere ogni desiderio di rivalsa targato Briantea84. Forse un po’ troppo nervosismo per la formazione di mister Tommaso Nava nell’incontro contro I Fermi. La superiorità fisica dell’avversario lascia poco spazio ai canturini: nemmeno uno strepitoso Mauro Noli, capace da solo di tenere in piedi la squadra, riesce nell’impresa di ribaltare le sorti della partita. I coriacei cremonesi, capaci di trasformare ogni offensiva in goal, lasciano la Rolafer lanciata all’inseguimento. Al fischio finale il risultato è tutto a favore de I Fermi (5-2). Al triplice fischio la Rolafer resta in campo, pronta a misurarsi con un nuovo avversario. Al nervosismo subentra la stanchezza, quasi inevitabile dopo un incontro giocato ad alti ritmi. Il copione quasi si ripete, con il miglior giocatore de I Fuorigioco in goal a ogni palla toccata. Nulla possono i canturini che falliscono l’impresa dell’aggancio e chiudono il secondo incontro della giornata ancora in negativo (8-6). “È stata decisamente una giornata particolare – ha commentato Nava –, non eravamo pronti a una doppia partita. I Fermi sono fisicamente superiori rispetto a noi e, inoltre, sono riusciti a concretizzare praticamente tutte le azioni costruite. Il secondo match era più alla nostra portata e, nonostante la stanchezza, siamo anche andati vicino al pareggio. È stata comunque una buona dimostrazione di carattere, i ragazzi non si sono tirati indietro e hanno giocato. Ci rifaremo alla prossima giornata”. Chiara Zucchi