Supercoppa italiana, la saga continua

Unipol Briantea84 contro Santa Lucia Roma, capitolo numero tre della saga. Prequel della serie dei trofei in palio nella stagione appena iniziata. La Supercoppa italiana, di scena sabato 16 novembre al Palauditori di Palermo (ore 10.30), vede affrontarsi sullo stesso parquet gli stessi protagonisti degli ultimi due più appassionanti duelli, quelli dai colpi di scena meglio riusciti nella trama del 2013, la Coppa Italia prima e lo scudetto poi. Il finale, anche questa volta, è tutto tranne che scontato. Di mezzo c’è stato anche un trailer, quello che potrebbe essere un’anticipazione della puntata in programma in Sicilia, con il robusto e sonoro riscatto dei capitolini nella seconda di campionato (58-44), una vera e propria ribellione ai bocconi amari che i gialloblu guidati da Carlo Di Giusto sono stati costretti deglutire senza poter mettere mai le mani sui premi che contano. La Supercoppa potrebbe dunque rappresentare un primo parziale risarcimento. Ma come ogni thriller che si rispetti, la suspense è assicurata fino ai titoli di coda. Anche la Unipol ha i suoi moventi: due in particolare sono cuciti sul petto della maglia biancoblu. Questione d’onore, verrebbe da dire. A parte l’inciampo nella capitale, finora il cammino dei brianzoli è stato impeccabile, a volte impietoso (3 vittorie di cui due interne). Questa ennesima sfida contro il Santa Lucia, la squadra che resta ad oggi la più titolata d’Italia e attualmente quella più in salute (in testa alla classifica a punteggio pieno nonostante il pesante restyling estivo), al di là della posta in palio rappresenta l’unico vero metro per misurare la statura dei Campioni d’Italia. A tre settimane dalla Super-scoppola romana, quali degli scenari prevarrà? Il Santa Lucia ha già tre Supercoppe in bacheca (la più recente nel 2011, mentre nell’ultimo anno horribilis l’ha persa 51-55 contro Sassari), mentre la Unipol non compare nell’albo d’oro di questo trofeo. “Non è il trofeo in sé a rendere importante e attesa questa sfida, ma il prestigio dei nostri avversari – ha commentato Malik Abes –. Le partite più belle sono quelle giocate contro grandi squadre e Roma è una di queste. Siamo pronti a scendere in campo con grinta e determinazione, sapendo che potremo anche non vincere ma andrà bene solo se avremo dato il massimo. Abbiamo studiato molto i nostri errori, abbiamo anche cercato di migliorarci. Ora sarà il campo a dire la sua. Già prima del fischio d’inizio, ciò che conta è il fatto di avere questo grande evento in Sicilia, è una prima assoluta. Speriamo che la nostra partita rappresenti innanzitutto la migliore promozione possibile al basket in carrozzina, per far crescere il movimento paralimpico e avere presto una squadra siciliana in Serie A”. La Unipol partirà per Palermo venerdì all’ora di pranzo: tra i convocati si segnala l’assenza di Paolo Crespi. Ancora qualche problema fisico per Lorenzo Molteni, non al cento per cento delle sue forze, e bollino giallo per Edwards e Diouf, colpiti da influenza. Arbitrano l’incontro Zamponi, Graziani e Rambelli. La Supercoppa sarà ripresa dalle telecamere di Rai Sport con telecronaca a cura di Lorenzo Roata. La programmazione della differita non è stata ancora resa nota.