Csi, la firma vincente di Mestriner

Sabato di vittoria, ieri a Ca’ de Mari, per la Rolafer 2. Anzi, è grandiosa goleada. Agli avversari del Pieve 010 non è restato altro che la resa, dolorosa e crudele: in campo non c’è storia e il 5-1 finale porta, indelebile, la firma canturina. Onore al merito, perché il grande protagonista del Campionato Csi di Cremona è lui, Alessandro Mestriner. Non sono numeri da poco i suoi, per quattro volte feroce giustiziere al cospetto della porta avversaria. Ancora. Perché il canturino sembra averci preso gusto, per la terza partita consecutiva gran servitore di magici poker. “Abbiamo giocato una buona prova – ha commentato Giorgio Pagani, responsabile tecnico del settore calcio -. Stiamo crescendo bene, il gioco visto in campo dimostra il buon lavoro che stiamo facendo. Menzione speciale per Mestriner, negli ultimi tre incontri ha collezionato 12 reti!-. Una stagione, dunque, che procede a ritmi serrati e che non sembrano affatto destinati a rallentare. Nuovi appuntamenti arricchiscono il già fitto calendario del team canturino, impegnato oggi all’Arena di Milano nella prima giornata del Campionato di calcio a 5+3 integrato, organizzato dal Csi Milano. Falsa partenza per la Rolafer, fermata per 4-3 dallo Sporting 4E Milano. “L’obiettivo di questo campionato – ha commentato Pagani – è quello di divertirsi. Il gioco, ovviamente, non deve essere sottovalutato ma l’obiettivo che ci siamo posti non è unicamente la vittoria. Le convocazioni sono fatte sulla base dell’impegno e della voglia di giocare, non solo sulla base di valutazioni tecniche”. Parte convinta la Rolafer, subito in vantaggio con la rete di Pagani. Non tarda ad arrivare la risposta milanese e dopo qualche minuto di gioco la situazione si riporta sull’1 pari. Il resto del match è un continuo allungare e rincorrersi, con una Rolafer che vede progressivamente il suo ritmo di gioco scendere di giri. Non basta la doppietta di Luca Brienza a ribaltare il risultato e al fischio dell’arbitro è lo Sporting 4E a mettere le mani sull’incontro.