Un piccola grande storia di successo

C'erano una volta... No non è una favola, ma la serata di una squadra di 6 giocatori partiti da casa senza velleità e che per tutto il viaggio ha riso e scherzato. Dove il coach alla guida del solito furgone, ridendo dice "se vinciamo offro la pizza"... Ok la prossima volta mi faccio gli affari miei!! Squadra composta per 3/6 da giocatori di punti 1 e per gli altri 3/6 dalla "nazionale senegalese". Avevamo anche l'esordio di Savino Sansone, che era disposto anche solo a venire in trasferta per non giocare ma indossare la maglia Briantea e poter incitare i suoi compagni da bordo campo. E invece ha giocato i suoi primi minuti e si è trovato in mezzo a questo pezzo di storia. La partita: parte lenta e tesa da parte nostra che ci adattiamo al gioco soporifero del PMT Torino, facciamo la solita valanga di errori da soli, siamo disorganizzati forse perché convinti di non potercela fare. A fine secondo quarto il tabellone dice meno 11, rimaniamo a galla grazie al solito immenso El Hadji Diouf. Nei 10 minuti di pausa decido di cambiare registro e provare quelle situazioni studiate al corso allenatori una settima prima (per una volta mi prendo questo merito). Entriamo in campo con grinta, in difesa sembriamo le legione romana con la sua formazione a testuggine, non passa uno spillo e in attacco ingraniamo la sesta. Il terzo quarto si chiude con un parziale di 14 a 6 per noi e ci riportiamo in corsa. L'ultimo periodo è un susseguirsi di emozioni e di ribaltamento di fronti, con i miei ragazzi che pur di portare a casa il risultato, hanno spinto su quelle ruote come se non ci fosse un domani. Al suono della sirena è calato sul palazzetto un silenzio surreale e si sentiva solo il rumore delle nostre mani che si davano 5 dappertutto!! Beh io ringrazio questi ragazzi che mi hanno ripagato con la moneta più bella... Il sacrificio... Il senso di appartenenza al gruppo. Ringrazio anche Carlo Orsi per aver alleggerito il mio lavoro in panchina, occupandosi del resto e lasciandomi libero di seguire i ragazzi. Questa è stata una vittoria di tutti, perché NOI SIAMO QUELLI DELLA SERIE B E NON SIAMO QUELLI DI SERIE B. Marco Tomba Allenatore UnipolSai B