Societari Finp: BLM super, Dolfin fa poker

Piace e convince la BLM vista ai Campionati italiani di società Finp 2016, lo scorso week end (28-29 maggio) a Lignano Sabbiadoro. Un team, quello canturino, che nonostante i ranghi ridotti ha saputo guadagnarsi la 13esima piazza italiana (34 le società in lizza per il titolo), con 7.112,26 punti realizzati. Non è mancato lo spettacolo Dolfin: il piemontese, canturino d’adozione, ha stupito ancora centrando il quarto MET (Minimum Entry Time) per Rio nei 50 stile, grazie ad uno straordinario 35”45 messo a cronometro. Per la bandiera BLM, un altro importantissimo tassello in ottica Paralimpiade. Le convocazioni degli Azzurri saranno rese note nel mese di giugno, non c’è una data precisa. Il titolo di Campione d’Italia è andato al Circolo Canottieri Aniene, con i suoi 30 atleti la società più numerosa presente a Lignano, per un totale di 57.892,69 messi a segno. In palio anche la Coppa Italia maschile e femminile: la classifica per sezione ha visto le quote rosa Briantea84 Elena Pietroni e Francesca Pozzi imporsi in 13esima posizione. Uomini a un soffio dalla top ten, undicesimi a meno di 500 punti dalla decima piazza, con Ruggero Colombo, Luca Demarco, Marco Dolfin, Simone Frigerio, Emanuele Lanzani, Cristian Marson e Mattia Pezzoli. “Marco non smette mai di stupire - ha commentato il tecnico Alessandro Pezzani -. Abbiamo vissuto un mese di maggio da sogno, con il bronzo agli Europei di Funchal, l’MQS (Minimum Qualfication Standard, ndr) nei 100 rana e i MET (Minimum Entry Time, ndr) nei 400 stile e 200 stile, risultati importantissimi in ottica Paralimpiade. A Lignano, con il 35”45 nei 50 stile, Marco ha servito un bel poker, il quarto MET personale. È riuscito a migliorare notevolmente il tempo di Funchal, questo significa che il suo rendimento è in continua crescita. Nei 100 stile è mancato un soffio, 28 centesimi in meno sul cronometro e i MET sarebbero stati cinque. È un curriculum importante, da un anno lavoriamo duramente su questi risultati. Abbiamo fatto il meglio che potessimo fare, lavorando con determinazione per arrivare fino a qui. Ora dobbiamo aspettare la convocazione del C.T.: in Italia ci sono tanti atleti in lizza per la convocazione, Marco non è uno degli ultimi”. “Una gara condotta secondo le aspettative – ha commentato il responsabile di settore Carlo Capararo -, in linea con i tempi di ognuno. La tredicesima posizione è un buon risultato per i nostri numeri, sicuramente tra gli obiettivi della prossima stagione c’è quello di rientrare nella top ten, abbiamo tutto il potenziale per farlo. L’impegno non manca, le qualità anche: con un po’ di continuità in più negli allenamenti e recuperando qualche defezione di quest’anno, possiamo farcela. A livello individuale sono arrivati risultati importanti, anche in vista dei prossimi Campionati italiani assoluti. Un grazie immenso allo staff che mi ha supportato in questa competizione, Chiara Lazzaretto e Christian Camnasio”. I RISULTATI Ottima prestazione per Elena Pietroni nei 50 farfalla (classe S07): cronometro fermato sul 52”16, migliorando di oltre 1” il suo miglior stagionale. In linea con i suoi tempi, i 200 misti (SM07) nuotati in 4’25”56 e i 400 stile (S07) chiusi in 7’43”12. Personali stagionali per Francesca Pozzi, nei 200 misti (SM06) 5’20”51, nei 100 rana SB05 (2’29”41) e nei 100 dorso S06 (2’24”22). Si conferma sui suoi tempi Ruggero Colombo (classe S04), 5’43”36 nei 100 stile, 4’47”65 nei 50 dorso e 2’33”11 nei 50 stile. Grandi miglioramenti per Luca Demarco (S09), con ben 15” limati nei 400 stile chiusi in 6’43”37. Buona prestazione nei 100 stile (1’23”74) e nei 50 stile (36”16). Gara senza troppe pressioni per Simone Frigerio, già qualificato per i Campionati italiani estivi: a Lignano cronometro fermato sull’1’35”93 nei 50 rana (SB02), 1’27”08 nei 50 dorso (S03) e 1’29”68 nei 50 stile (S03). Nuovo personal best per Emanuele Lanzani nei 50 dorso (S02): l’1’43”97 non basta al canturino per strappare il pass per gli Assoluti ma vale un ottimo personale individuale. In linea con le sue prestazioni il 4’31”21 nei 100 stile e l’1’58”97 nei 50 stile. Ancora a caccia del tempo per gli italiani, Cristian Marson: l’1’10”23 nei 50 stile (S04) non consegna il pass per gli Assoluti di Bergamo. L’ultima chance è in palio a Como, il 5 giugno, in occasione del Memorial Novati, competizione del circuito Supermaster Fin aperta a tesserati Finp e Fisdir. Buona la prestazione del canturino nelle altre due gare di giornata, 100 stile (2’33”47) e 50 dorso (1’26”57). Obiettivo Assoluti centrato da Mattia Pezzoli: l’1’05”88 nei 50 stile vale l’accesso alla kermesse bergamasca. Buono il 2’38”23 nei 100 stile e l’1’30”79 nei 50 dorso. Prestazione da Assoluti anche nella staffetta 4x50 mix: il tempo 4’24”88 di Frigerio, Marson, Pezzoli e Demarco consegna al team canturino la qualificazione ai Campionati italiani. Foto Ufficio Stampa Finp - PH Gianluca Fortunato