Orgoglio UnipolSai jr, ma non basta: vince Reggio Emilia

La UnipolSai Briantea84 Cantù junior ci prova, mette sul parquet carattere e orgoglio, ma il finale dice vittoria Asdre Reggio Emilia 47 a 45. Nel pomeriggio di domenica 9 gennaio è andata in scena la seconda giornata del campionato Uisp (Unione Italiana Sport per Tutti), in una gara che non ha risparmiato emozioni sul parquet del PalaMeda. Partita equilibrata, con gli allunghi degli avversari sempre riagguantati dai giovani biancoblù. Negli ultimi 10’ di gioco gli emiliani si sono portati sul +8, ma la UnipolSai ha risposto con un parziale di 7-0 che ha fatto sperare fino all’ultimo secondo di gioco.

“La reazione c’è stata, ma non siamo ancora riusciti a vedere il lavoro svolto durante gli allenamenti, a chiudere il cerchio - hanno commentato i coach Anna Serra ed Elia Turconi -. I ragazzi stanno sentendo molto il periodo, anche noi lo abbiamo percepito per la continua discontinuità negli allenamenti e nelle presenze. Il gruppo non è ancora al completo e questo lo stiamo accusando, perché i giocatori che mancano e che mancheranno sono fondamentali. Alla fine ci siamo svegliati e abbiamo difeso meglio, tenendo gli avversari sullo stesso parziale. Abbiamo sbagliato qualche tiro di troppo, speriamo che questa sconfitta possa far uscire la grinta nelle prossime partite. C’è tanto lavoro da fare, ma i nostri atleti non hanno nulla da recriminare, devono solo lavorare duro perché prima o poi i risultati arriveranno”.  

LA CRONACA - In avvio è subito botta e risposta tra le due formazioni. Fabio Bottazzini e il fratello Christian guidano le marcature della UnipolSai junior nei primi 10’, davanti ad una Reggio Emilia oggi in campo con alcuni atleti di esperienza già militanti in club di Serie B. Sotto di un punto (9-10), l’inizio del secondo quarto mantiene lo stesso filone di equilibrio. A 5’ dall’intervallo gli emiliani provano l’allungo (+7, 20-13), ma i biancoblù riordinano le idee e con Luka Buksa e Mamadou Ceesay inseguono e accorciano il gap. Dopo 20’ Reggio Emilia avanti di +4 (22-18).

Secondo tempo di gioco. Entrambe le squadre dimostrano maggior confidenza sotto canestro. La UnipolSai junior cresce in consapevolezza e nonostante i continui tentativi di Reggio Emilia di impattare sulla gara, lo svantaggio non va oltre i 6 punti. La tripla di Federico Giansoldati (Reggio Emilia) sembra poter essere la chiave di svolta per gli avversari, ma i biancoblù interpretano bene la fase offensiva e mandano più volte a referto Fabio e Christian Bottazzini, Buksa e Ceesay. Da segnalare anche il primo canestro di Domenico Mazzeo. Alla fine del terzo quarto il parziale resta in favore di Reggio Emilia (41-35).

Ultimi 10’ della partita. Pronti e via, i giovani biancoblù subiscono 4 punti che portano Reggio Emilia avanti di 8, massimo vantaggio fin qui. Orgoglio UnipolSai sul parquet che con un parziale di 7-0 ritorna in partita a e si riporta -1 (43-42). Reggio Emilia fa 45-42, poi Fabio Bottazzini sfrutta un tiro libero su due a disposizione. A 1’08’’ dal termine è ufficialmente finale da cardiopalma: Reggio Emilia sul 47-43, Buksa accorcia, ma il tempo dice stop. Al PalaMeda finisce 47-45 per Reggio Emilia.

Tempi (9-12, 18-22, 35-39)

Tabellino UnipolSai (Bottazzini F. 14, Buksa 12, Ceesay 9, Bottazzini C. 7, Mazzeo D. 3, Iacovelli, Caspani, Bernini, Turina, Tripoli).