Unipol e Moratti: the best of 2013

La Unipol Briantea84 di basket in carrozzina è la Squadra dell’Anno 2013. Lo ha decretato il Consiglio Direttivo del Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi, presieduto da Gabriele Tacchini. Accanto ai Campioni d’Italia è salito sul palco Massimo Moratti, incoronato Personaggio dell’Anno. La cerimonia di premiazione si è svolta lunedì 10 febbraio alle 18, nella splendida cornice di Palazzo Bocconi a Milano, sede del Circolo della Stampa. Un riconoscimento inatteso che premia l’impegno e i risultati, non solo sportivi, della società canturina, che ha festeggiato proprio qualche giorno fa, l’8 febbraio, l’anniversario dei suoi primi 30 anni. A ritirare il premio il Presidente, Alfredo Marson, l’allenatore della Unipol, Malik Abes, e il capitano Nicola Damiano. Alla cerimonia, insieme alla delegazione dei giocatori, era presente anche Sergio Paparelli, sponsor che da anni sostiene con passione l’attività di Briantea84. Questa la motivazione indicata dai Giornalisti Lombardi: “Ha dominato in Italia e in Europa nello sport di squadra paralimpico più seguito e praticato tra i disabili fisici, il basket in carrozzina, con la grande impresa delle vittorie in Coppa Italia, Coppa Vergauwen, Campionato e Supercoppa. Espressione di una delle più belle realtà fra le società dello sport paralimpico in Italia, la Briantea84 Cantù opera con quasi 200 atleti disabili anche in nuoto, atletica, calcio. Nel basket in carrozzina ha anche una squadra in serie B e una giovanile, dove in questa stagione si sono aggiunti anche tanti bambini e bambine in carrozzina. In primavera rappresenterà l’Italia in Coppa Campioni. Nessuna squadra nel 2013 ha fatto meglio della Unipol Briantea84 Cantù”. “Per arrivare fin qui ci vuole passione – ha commentato Marson – noi, ce ne mettiamo tanta, da trent’anni. Perché si sa, solo coi soldi non si va da nessuna parte. Sabato sera abbiamo festeggiato il nostro anniversario in un palazzetto stracolmo di pubblico, un ambiente bellissimo. Ne approfitto per invitare il presidente Massimo Moratti a una nostra partita di basket in carrozzina, un vero spettacolo di sport. Inoltre, abbiamo una validissima squadra di calcio, giovani ragazzi che hanno talento da vendere: all’Inter manca un settore giovanile come il mio, insieme potremmo fare grandi cose”. “Quello che è stato fatto dalla Briantea84 lo scorso anno non ha precedenti – ha commentato Claudio Arrigoni, consigliere professionista del Glgs – non solo in Lombardia ma in tutta Italia. Credo che la scelta fatta dal Guppo Lombardo Giornalisti Sportivi sia la più appropriata, perché premia una realtà non solo di sport paralimpico ma di sport tout-court”. Una cerimonia per nomi illustri, grandi protagonisti del giornalismo e del mondo sportivo, primo su tutti, il presidente onorario dell’Inter Massimo Moratti. Ai giornalisti Vittorio Feltri, Fabio Monti (Corriere della Sera), Mino Taveri (Mediaset Sport), Marco Iaria (La Gazzetta dello Sport) e al fotoreporter Ercole Colombo sono stati assegnati i 5 premi intitolati alla memoria di grandi firme del passato, nell’ordine “Gianni Brera”, “Gino Palumbo”, “Livio Zanetti”, “Candido Cannavò” e “Silvano Maggi”. Tra gli ospiti della serata, condotta dall’ex Assessore regionale allo sport Filippo Grassia, il Presidente del Coni regionale, Pierluigi Marzorati, l'Assessore provinciale allo Sport, Cristina Stancari, il Presidente della Federazione internazionale del cinema sportivo e membro della Commissione Cultura del Cio, Franco Ascani, il gen. Antonio Pennino, comandante Esercito Lombardia, il vicesegretario della Fnsi e Presidente del Circolo della Stampa di Milano, Daniela Stigliano, il Presidente della Fondazione Circolo della Stampa ed ex presidente del GLGS, David Messina. Chiara Zucchi