Dolfin, un sogno azzurro

Ormai ogni volta che entra in vasca, il cronometro è costretto a piegarsi al suo volere. Marco Dolfin ha imparato a domare le lancette dei secondi, le comanda e le stupisce: il campionato regionale Finp, in scena domenica scorsa nella piscina olimpionica di Muggiò (Como), ha dovuto registrare il nuovo record italiano assoluto S06 nei 50 farfalla, oggi aggiornato col tempo di 39’’43. Abbattuto il muro dei 40’’, e non di poco. Per Dolfin, l’ennesima conferma che giustifica la sua prima convocazione in azzurro, prevista a metà aprile al Meeting di Berlino. “Il bilancio di questa giornata è positivo, sulla farfalla è andato tutto bene e anche nei 100 stile siamo riusciti a ridurre un pochino i tempi – ha raccontato lo stesso Dolfin -. Sono arrivato a Como con la fresca notizia della mia convocazione nella nazionale italiana per Berlino, è un obiettivo per il quale abbiamo lavorato moltissimo con il mio tecnico Pezzani. Di qui ad aprile, la vediamo come un punto di partenza e non di arrivo. Vediamo cosa si riuscirà a fare fino a Berlino e cercheremo di arrivare con la migliore forma possibile. Sappiamo che la competizione è dura e serrata in vista dei Mondiali di Glasgow, soprattutto sulla rana che potrebbe essere la porta di ingresso cercheremo di farci trovare preparati. È iniziato come un hobby e poi è diventato quasi più che un lavoro – ha spiegato Dolfin, che oltre a essere uno dei campioni emergenti del nuoto paralimpico italiano, nella vita è ortopedico oltre che padre di due gemelli nati a settembre -, Nell’ultimo anno sono riuscito a dare più costanza agli allenamenti, grazie soprattutto al supporto di mia moglie Samanta che mi aiuta nella gestione di tutti gli impegni. Tutto quello che possiamo fare ora è mettere più dubbi possibili ai selezionatori e se i tempi si abbasseranno ancora, arrivando a un buon livello di ranking internazionale, lo vedremo tra un annetto”. Il bilancio della BLM Briantea84 al Campionato regionale, oltre ai risultati individuali di Dolfin, è di tutto rispetto: la squadra agonistica allenata da Alessandro Pezzani si è piazzata al terzo posto in Lombardia, alle spalle dei soliti colossi rappresentati dalla Polsiportiva Bresciana e dal Phb Bergamo. A contribuire al risultato societario, ci sono le buone prestazioni di Francesca Pozzi, prima nei 200 misti e terza nei 100 rana, e il filotto realizzato nelle staffette maschili: la BLM si è aggiudicata la 4x100 e la 4x50 misti, più la 4x20 stile, scivolando al secondo posto solo nella 4x100 stile. Bene anche Mattia Pezzoli nei 150 misti e Simone Frigerio, sceso sotto i 3’ nei 100 stile libero, suo personal best. Al giovane Cristian Sirica è andata la menzione come migliore prestazione maschile nei 100 dorso categoria Ragazzi. “Sono molto soddisfatto per il risultato di squadra – ha commentato Pezzani -. Significa che siamo sempre competitivi a livello corale, al di là delle singole prestazioni e dei record a cui ci ha abituati Marco Dolfin. Del resto, la sua esperienza e il suo carisma sono motivo di stimolo per tutti, me compreso. Essere al fianco di un campione come lui, significa che bisogna tenere il suo passo: sono fortunato, perché allenarlo è molto semplice, parliamo la stessa lingua. Capisce cosa gli chiedo e le indicazioni che gli do, è molto preciso e scrupoloso, non lascia nulla al caso, La sua convocazione in nazionale e i tempi che fa registrare lo dimostrano”. GAURDA LA VIDEO INTERVISTA A MARCO DOLFIN