Atletica: Special Briantea84

Aveva lasciato ben presagire il Memorial Armando Spreafico, prima uscita stagionale per l’atletica targata Briantea84. La conferma è arrivata solo una settimana dopo, ai Giochi Regionali Special Olympics, in scena l’11-12 maggio al Centro Sportivo del Bione a Lecco. Un evento dai grandi numeri, che ha visto la partecipazione di 180 atleti lombardi: a rappresentare i colori della Briantea84, una delegazione di 7 scattanti campioni, guidati dagli allenatori Oreste Coda Canati e Valentina Massa. Una razzia di medaglie per i canturini che a termine di una intensa due giorni di gare tornano a casa con 4 ori, 3 argenti e 5 bronzi. Chiuse le gare preliminari, ad inaugurare le fasi finali previste per il sabato è stato Mattia Castracane, medaglia di bronzo nei 1500 mt, con il tempo di 6”47 che, per un soffio, non è valso il suo miglior personale. Per il ventunenne canturino il bis di bronzo, a soli 10” dalla piazza d’onore, è arrivato l’indomani negli 800 mt piani (3’07”50). Medaglia sfiorata, invece, per Francesco Fazzini, 4° classificato nei 400 mt ma capace di confermare il suo personale (1’41”70) . Le sfide domenicali si sono aperte con un grande exploit al femminile nei 50 mt piani: Clelia Brioschi e Antonella Colace, per la classe d’età 16-21, hanno chiuso la gara rispettivamente in prima e in terza posizione. Per Clelia (capace di uno straordinario 10”03 nella gara preliminare), il 10”40 della finale vale il miglior tempo della giornata. Doppio successo anche per Giuseppina Clementi e Stefania Azzalini, medaglia d’oro la prima, d’argento la seconda. Per Giuseppina una giornata da ricordare: la canturina, infatti, non solo è andata a medaglia ma è anche riuscita nell’impresa di correre, per la prima volta nella sua carriera, i 50 mt in 12”. Sulla stessa distanza, è salito sul gradino più alto del podio anche Stefano Ferrari, classe 1985. Nel salto in lungo ancora protagoniste Colace e Clementi, già autrici di un’ottima performance nei 50 mt: Antonella, con uno stacco lungo 137 cm (migliorando di 10 cm il proprio personale) atterra direttamente sul primo gradino del podio mentre Giuseppina, con 128 cm, si aggiudica l’argento. Rivincita di bronzo per Francesco Fazzini, nei 100 mt piani, capace così di digerire il peso amaro del legno rimediato nei 400 mt. Nella specialità del vortex, un argento e due bronzi per i talentuosi atleti canturini. Vola lontano Clelia Brioschi che, con un lancio di 12.77 mt, chiude i suoi giochi Giochi Special Olympics con la seconda medaglia della giornata, illuminata d’argento; a seguire, sul gradino più basso del podio, è ancora Azzalini, già argento nei 50 mt. Si dice soddisfatto mister Coda Canati: “Questi Giochi sono stati un ottimo test in vista dei nazionali di Lodi in programma dal 5 al 9 giugno. Mattia si troverà a gareggiare i 1500 mt contro gli avversari di oggi, sono certo saprà dare del filo da torcere a tutti. Ora, continueremo ad allenarci per arrivare preparati e carichi al prossimo appuntamento”. Chiara Zucchi