Nijman resta in Olanda

Dopo una stagione sportiva si è interrotto il rapporto di collaborazione tra Sebastiao Nijman e la UnipolSai Briantea84 Cantù. L’atleta olandese classe ’93 era arrivato in Italia nel settembre 2019 firmando per una singola annata. La sua parentesi in biancoblù è stata caratterizzata da una grande crescita umana e professionale, arricchita dalla conquista della Supercoppa Italiana 2019 giocata a San Marino il 20 ottobre scorso.

“Sono rimasto contento della calorosa accoglienza dei compagni di squadra - ha commentato Nijman -, di tutto lo staff e dei tifosi biancoblù. Purtroppo non siamo riusciti a finire la stagione in modo regolare, una storia lasciata a metà, e per questo è difficile poter fare un bilancio completo dell’anno in cui ho vestito la maglia della UnipolSai Briantea84 Cantù. Il gioco in Italia mi è piaciuto molto, ho conosciuto tanti buoni atleti con il mio stesso punteggio (1,5, ndr). Li ho analizzati, studiando in che modo potessi posizionarmi in campo: mi sono dato tanti obiettivi da raggiungere e sui quali ho lavorato. Con la UnipolSai ho avuto la possibilità di raccontarmi anche ai giovani, di parlare della mia storia: per me è stato importante. Mi auguro che questa società possa raggiungere tutto il successo meritato. Un ringraziamento a chi mi ha dato la possibilità di fare questa esperienza, speriamo di rivederci presto”.

“Sebastiao Nijman è stato un valore aggiunto in questa stagione - ha aggiunto Alfredo Marson, presidente di Briantea84 -, come uomo e come giocatore. Ha affascinato tutti con grinta e passione, si è sempre messo a disposizione, facendosi trovare sempre pronto. A lui i migliori auguri per il futuro”.